Scamporrino

"GROSSETO SILENZIOSA" la nuova mostra fotografica di Francesco Scamporrino. Spazio Cedav 7-14 settembre 2012

INAUGURAZIONE: venerdì 7 settembre ore 18

ORARIO: tutti i giorni 17/20; ingresso gratuito

 Come anteprima della manifestazione Città Visibile, che si apre al Cassero sabato 15 settembre, il Cedav presenta una mostra dedicata a Grosseto. L'autore della mostra, curata da Silvia Conforti, è il giovane fotografo maremmano Francesco Scamporrino, da anni impegnato in una originale ricerca espressiva sull'immagine del territorio.

Già nel 2008 Scamporrino aveva presentato al Cedav la mostra “Grosseto città aperta” che, citando la celebre definizione di Bianciardi (“Grosseto aperta al vento e ai forestieri”), ribadiva la necessità di confrontare e contaminare differenti modi di guardare e guardarsi.

Con l'esperienza “Grosseto silenziosa” Scamporrino tenta un approccio più articolato e complesso, che si definisce in tre sguardi/sezioni di mostra complementari ma eterogenee: uno sguardo di racconto (sezione Grosseto silenziosa), uno sguardo di confronto (sezione MaremmAntep), uno sguardo di giudizio (sezione Non immagini).


La sezione Grosseto silenziosa racconta una inedita città notturna deserta e abbandonata alla neve.

La sezione MaremmAntep mette in relazione il territorio della città turca di Gaziantep con quello maremmano, sfidando lo spettatore a riconoscere affinità (molte) e divergenze (poche).

La sezione Non immagini si basa sull'analisi del concetto di “non luogo” e sulla individuazione critica dei luoghi urbani di Grosseto che possono essere così definiti.

Tutte e tre le sezioni intercettano un ambito comune: il silenzio e l'attesa.

 

Francesco Scamporrino è nato nel 1984 a Grosseto, dove si è diplomato come grafico pubblicitario. Nel 2007 si perfeziona in fotografia all'Istituto Statale d'Arte di Firenze. Nel 2006 vince una borsa di studio che gli permette di frequentare un semestre presso il "Minneapolis College of Art and Design", al quale segue una mostra personale alla galleria dell'istituto. Attualmente vive e lavora a Grosseto.