Enigma Privato

DIPINTI DI ANDREA MASSARO

A cura di Alessandra Barberini

Dal 14 al 24 ottobre, spazio espositivo cedav, tutti i giorni 17.30 - 19.30

Romano di nascita Andrea Massaro vive a Grosseto dal 1982 e qui ha maturato i canoni della

propria poetica; l’ambito in cui muove la sua ricerca artistica è l’Informale, regno incontrastato di

infinite potenzialità e sperimentazioni.


L'universo creativo in cui ci introduce ed accompagna è una dimensione da vivere attraverso sensi

e psiche: composizioni raffinate, frutto di grande meditazione, rigore, costante ricerca cromatica,

formale, opere non solo da guardare, ma da ascoltare, toccare, ricreare nell’immaginazione fino

all’estremo di un’identificazione quasi fisica con essa.

Tutta la sua opera è caratterizzata da un profondo senso di di misura, di ricerca continua,

spasmodica per togliere il superfluo ed arrivare all'essenza, spogliarsi di tutto per raggiungere un

punto di equilibrio... personale, formale, compositivo, cromatico ... l’apparente casualità nella

scelta di materiali, superfici, colori, oggetti da inserire, amalgamare e modulare sapientemente al

colore nella sua opera, è in realtà frutto di grande meditazione e riflessione ancor prima di porre la

prima pennellata.


E’ questo “l’enigma” che Massaro ogni volta scioglie e risolve sulla tela: un’eterna sfida che lo

spinge “oltre”, verso un costante sperimentare, alla ricerca di quel particolare punto di equilibrio, in

cui la tensione emotiva che ha animato tanto lavoro preparatorio, trova armonia e si va a

ricomporre nell’opera finita, percepita straordinariamente dall'osservatore come esperienza

tangibile, tattile e cromatica assieme.


Immediatamente si crea fra opera ed osservatore un senso d’intimità, un momento in cui la

composizione ci rapisce e ci porta nel profondo della nostra interiorità alla ricerca di sensazioni,

ricordi, immagini, profumi, colori che sono ormai sostanza del nostro essere, che evocano situazioni

personali, diverse l’una dall’altra e per ciascun osservatore, ricche di significato ed uniche,

scaturite dal rapporto fra colori, materiali, superfici, forme e dal loro accompagnarsi, scomporsi e

ricomporsi con i colori.


Enigma Personale” raccoglie e mostra al pubblico proprio questo atteggiamento di continua

ricerca, testimonianza tangibile della costante sfida dell'artista nel raggiungimento di nuovi

traguardi, di spingersi costantemente oltre attraverso una ininterrotta ricerca su materiali, forma,

composizione, essenzialità, rigore, spiritualmente orientato ad indagare ciò che ancora non si

conosce e che attraverso il filtro dell’arte, assumono valenze e capacità evocative universali, in

una sorta di “metafisica del quotidiano”.


Alessandra Barberini